Colla per legno, aggiustalo tu!

Colla per legno:

falegnameria senza viti e chiodi

Se scegli la giusta colla per legno otterrai un risultato efficace e duraturo. Ma ricorda che non tutti i prodotti vanno bene per ogni tipo di applicazione. Ecco ciò che devi sapere per scegliere la colla migliore per te, e per usarla nel modo corretto.

Colla per legno: quello che devi sapere

In molti lavori di falegnameria si ha bisogno di incollare, ma capire qual è la miglior colla per un lavoro specifico non è sempre facile. Leggendo questa guida riuscirai a scegliere l’adesivo più adatto al tuo progetto.

La colla vinilica (o colla PVA) è il più comune adesivo per il legno. Si tratta della colla più utilizzata dai falegnami, di colore bianco o giallo. Può essere usata per molti tipi di lavori con il legno, ma non per tutti.

La colla animale è creata con tessuti di provenienza animale. Si trova in commercio in forma liquida, oppure in granuli, perle o fogli da sciogliere in acqua. Deve essere usata calda e applicata con un pennello. Incolla solo quando si raffredda.

La colla epossidica è formata da due componenti separati, una resina e un indurente, che vengono miscelati per creare un adesivo chimico. Quando la colla epossidica si solidifica, è resistente all’acqua e riempie le fessure. Alcune colle hanno lunghi tempi di presa, ma sono tra gli adesivi più forti disponibili. Se cerchi una colla epossidica semplice da applicare e che funzioni bene con il legno, prova Pattex Power Epoxy Saldatutto Mix 5 min, o uno degli altri adesivi epossidici adatti a ogni applicazione.

La colla poliuretanica è un tipo di collante che si attiva con l’umidità, e si espande al momento dell’asciugatura dando vita a un adesivo elastico e molto resistente.

Per la maggior parte dei lavori di falegnameria in interni, una buona scelta è Pattex Millechiodi Legno: un adesivo specifico a base acquosa che incolla tutti i tipi di legno, non cola e ha un’ottima presa iniziale con effetto ventosa, così non dovrai usare morsetti.

Cos’è la colla vinilica e come funziona

La colla vinilica, o polivinilacetato (PVA), oltre ad essere un adesivo sintetico, è anche la colla per legno più comune. È inodore e trasparente una volta asciutta. Funziona meglio in ambienti ben areati e si incolla velocemente a temperatura ambiente. Non tutte le colle viniliche però sono resistenti all’acqua: verifica nelle istruzioni che il prodotto scelto sia adatto al tuo lavoro.

Adesivi come la colla vinilica e i suoi residui non sono adatti a superfici a contatto con cibo o bevande. Perciò se hai bisogno di una colla per legno a uso alimentare, cercane una certificata per il contatto con gli alimenti.

Usare la colla vinilica sul legno

La colla vinilica funziona benissimo su superfici porose come il legno, anche quando abbinata a carta, tessuti o laminati. Gli adesivi PVA sono infatti formulati proprio per penetrare nelle fibre del legno, così che, terminata l’asciugatura, l’incollaggio possa risultare perfino più forte del legno stesso.

Come usare gli adesivi per legno

Se scegli la colla giusta e segui con attenzione le istruzioni di applicazione e asciugatura, incollare il legno può essere davvero molto semplice. Per cominciare, ecco una guida passo dopo passo all’uso della colla vinilica e degli altri adesivi per legno.

  1. Applica la colla su entrambe le superfici in legno da incollare. Pulisci immediatamente l’eventuale eccesso di adesivo con uno straccio pulito. 
  2. Stendi la colla in uno strato sottile ma consistente, con un pennello o una spatola in plastica.
  3. Unisci i due pezzi. Puoi anche far scorrere leggermente le due superfici una contro l’altra per ottenere uno strato uniforme di colla, evitando che si formino eventuali bolle d’aria. 
  4. Usa un morsetto per tenere fermi i due pezzi da incollare. 
  5. Lascia agire l’adesivo per tutto il tempo raccomandato nelle istruzioni. 
  6. Gratta via eventuali residui di colla in eccesso.